Elon Musk vuole licenziare il 75% della forza lavoro di Twitter

elon musk: no ai pagamenti in Bitcoin per Tesla
(Photo by Win McNamee/Getty Images)
Share

Questo articolo è apparso su Forbes.com

Secondo il Washington Post, il miliardario Elon Musk ha intenzione di ridurre il personale di Twitter di quasi il 75% dopo la conclusione del suo accordo, a lungo rimandato, per l’acquisizione della società di social media, in un ridimensionamento massiccio che potrebbe avere un impatto sull’esperienza degli utenti.

Aspetti principali

  • Musk avrebbe informato i potenziali investitori che intende tagliare la forza lavoro di Twitter da 7.500 a circa 2.000 unità.
  • Secondo il Post, che cita documenti aziendali e persone a conoscenza delle discussioni interne, Twitter aveva già pianificato di tagliare circa un quarto della sua forza lavoro: l’azienda punta infatti a ridurre i salari di 800 milioni di dollari entro la fine del 2023.
  • I tagli previsti dall’azienda riguarderebbero anche infrastrutture critiche come i centri dati, il che potrebbe rendere più difficile il controllo delle informazioni e la difesa dai rischi di sicurezza per gli oltre 200 milioni di utenti attivi giornalieri stimati di Twitter.
  • Musk e Twitter non hanno risposto alle richieste di commento di Forbes.

Cosa non sappiamo

Musk ha l’obiettivo dichiarato di “autenticare tutti gli esseri umani” su Twitter e di ridurre in modo significativo gli account di spam sulla piattaforma. Non è chiaro se il licenziamento del 75% della forza lavoro dell’azienda non permetterà il raggiungimento di questo obiettivo.

Leggi anche: Tesla delude Wall Street. Ma Musk rilancia: “Supereremo il valore di Apple e Saudi Aramco messe insieme”

Vicende da considerare

Secondo l’ordinanza di un giudice del Delaware, Musk ha tempo fino al 28 ottobre per chiudere l’accordo per l’acquisto di Twitter, o dovrà affrontare un processo per forzare l’accordo. Twitter ha fatto causa a Musk dopo che questi aveva tentato di annullare l’accordo all’inizio di quest’anno. Il processo era stato originariamente fissato per questo mese, ma Musk ha confermato due settimane fa di essere disposto ad acquistare la società al prezzo originariamente concordato. Se l’accordo si concluderà, Twitter diventerà una società privata controllata da Musk.

Sullo sfondo

Twitter ha lottato per anni con la redditività e Musk ha suggerito che intende trasformare radicalmente l’azienda per migliorare la sua situazione finanziaria, ma ha offerto pochi dettagli concreti su come ciò avverrà. Musk ha ventilato l’ipotesi di licenziamenti durante una riunione di giugno con il personale di Twitter, affermando di non vedere un motivo per mantenere i dipendenti con scarsi risultati. Il miliardario ha anche detto che potrebbe istituire un servizio di abbonamento per i contenuti premium sulla piattaforma e avrebbe detto agli investitori che Twitter triplicherà il numero di utenti che vedono gli annunci pubblicitari entro i primi tre anni di proprietà.

Il patrimonio di Musk

Secondo le stime di Forbes, il patrimonio di Musk vale 209,4 miliardi di dollari e ciò lo porta a essere la persona più ricca al mondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.