Seguici su
Trending 3 Aprile, 2020 @ 12:23

La mossa di Luxottica per i dipendenti: retribuzione al 100% più bonus, poi si recupererà ad agosto

di Massimiliano Carrà

Staff

Leggi di più dell'autore
chiudi
luxottica risponde al coronavirus: ecco le misure per i dipendenti
Leonardo Del Vecchio, presidente di Luxottica

Bonus, cassa integrazione al 100% e riduzione degli stipendi dei manager. Sono queste alcune novità aziendali che ha apportato Luxottica per rispondere alla crisi sanitaria ed economica dettata dalla pandemia da coronavirus.

Dopo Ferrero, quindi, anche il gruppo di Leonardo Del Vecchio, uno degli uomini italiani più ricchi al mondo, ha deciso di premiare i suoi dipendenti più instancabili e che percepiscono uno stipendio più basso rispetto a quello dei manager a cui invece è stato chiesto un sacrificio economico. 

Come si legge nel comunicato ufficiale diffuso da Luxottica, oltre a queste tre misure, l’azienda ha deciso di rivedere la “riduzione del periodo di chiusura collettiva di agosto, che passerà da tre settimane alla sola settimana di Ferragosto, per supportare la progressiva ripresa delle attività”.

Le misure aziendali di Luxottica contro il coronavirus

Entrando nel dettaglio delle misure aziendali anti-coronavirus adottate da Luxottica, il gruppo sottolinea che “investe sul welfare contro la pandemia COVID-19, per ridare sicurezze alle persone e rinforzare il senso di comunità tra tutti i dipendenti del Gruppo”.

Di conseguenza, per “sostenere le fasce di popolazione aziendale più colpite dall’emergenza”, Luxottica e Leonardo Del Vecchio hanno deciso di:

  • integrare al 100% la retribuzione netta mensile di tutti i dipendenti che, nell’ambito della gestione dell’emergenza e per effetto della sospensione delle attività, dovranno accedere alla cassa integrazione prevista dal Decreto “Cura Italia”. L’integrazione “COVID-19” sarà corrisposta con la busta paga del mese di competenza.
  • Per tutta la durata del periodo di cassa integrazione, l’azienda riconoscerà un “contributo welfare” di 500 euro netti mensili per tutti i dipendenti che saranno chiamati a prestare servizio all’interno delle sedi del gruppo in Italia. Il contributo sarà erogato in beni e servizi a sostegno delle esigenze sociali e assistenziali dei singoli, e sarà calcolato sulle giornate effettivamente lavorate.
  • la riduzione del periodo di chiusura collettiva di agosto, che passerà da tre settimane alla sola settimana di Ferragosto, per supportare la progressiva ripresa delle attività. A tutti i dipendenti saranno comunque garantite due settimane consecutive di ferie e un’ulteriore terza settimana da programmare secondo alcune condizioni organizzative.
  • la volontà, ai fini del calcolo del premio di risultato annuale, di estendere per tutto il periodo della cassa integrazione lo scomputo delle assenze per malattia certificata delle alte e basse vie respiratorie, con sintomatologia riconducibile a COVID-19.
  • il gruppo dirigente di Luxottica aderirà su base volontaria alla riduzione dello stipendio per tutto il periodo dell’emergenza, in linea con l’autoriduzione del 50% del compenso dell’Amministratore Delegato del Gruppo Francesco Milleri.
Trending 24 Giugno, 2019 @ 8:00

Del Vecchio l’illuminato: con la flessibilità sostenibile stabilizza 1.150 lavoratori

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
chiudi

 

ritratto di leonardo del vecchio
Leonardo Del Vecchio, presidente di Luxottica (Imagoeconomica)

Luxottica ha reso noto venerdì di aver firmato con le organizzazioni sindacali un nuovo contratto integrativo aziendale destinato a oltre 11.000 dipendenti italiani del gruppo. L’accordo, a decorrere dal 21 giugno 2019 integra il contratto nazionale dell’occhialeria con misure che riguardano non solo gli aspetti economici, ma anche l’organizzazione del lavoro e la partecipazione diretta dei dipendenti alla vita aziendale.

Ecco tutte le misure dell’accordo Luxottica

Subito 1.150 assunzioni a tempo indeterminato in Luxottica per una flessibilità sostenibile

Tra gli aspetti che maggiormente caratterizzano il nuovo contratto integrativo Luxottica c’è il nuovo modello di organizzazione degli orari di lavoro nelle fabbriche italiane e di gestione della flessibilità produttiva, che prevede l’inserimento di lavoratori con contratti di “part time incentivato” a otto ore nei sette mesi di maggiore attività, e a sei ore nel rimanente periodo. Il nuovo modello nasce per bilanciare in modo sostenibile e strutturale l’esigenza di flessibilità nella gestione dei flussi produttivi in un mercato ad alta stagionalità come quello dell’eyewear, con il naturale bisogno di stabilità e sicurezza dei dipendenti e delle loro famiglie, minimizzando il ricorso al lavoro precario, somministrato o straordinario.

L’adozione del nuovo part time incentivato libera, infatti, risorse aziendali e permette la contestuale assunzione a tempo indeterminato di oltre 1.150 giovani lavoratori attualmente impegnati all’interno delle fabbriche italiane con contratti interinali o a termine.

Inoltre, su base volontaria, ogni dipendente già in forza al gruppo potrà decidere di aderire al nuovo orario di lavoro flessibile mantenendo il posto fisso e sostanzialmente invariata la propria busta paga, ma potendo contare su orari ridotti nei periodi di bassa stagione, a favore di un miglior bilanciamento del rapporto vita-lavoro, e sul pacchetto aggiuntivo annuale di 30 ore di formazione professionale previste dal nuovo modello organizzativo (sono otto attualmente le ore previste dal contratto nazionale). L’adesione al nuovo part-time incentivato prevede infine il riconoscimento di un premio di incentivazione lordo annuo di 700 euro frazionato in dodici mensilità.

La condivisione del nuovo modello organizzativo permetterà a Luxottica nel lungo periodo di ridurre la flessibilità straordinaria e i sabati lavorativi e contrastando ogni forma di disoccupazione tecnologica, in un contesto aziendale che investe sull’innovazione produttiva.

Azionariato diffuso in Luxottica

Il collante del nuovo assetto organizzativo sarà una maggiore partecipazione dei lavoratori alla vita aziendale. Azienda e organizzazioni sindacali hanno concordato l’avvio di alcuni nuovi istituti aziendali per facilitare questo percorso di condivisione, a partire dal Comitato di Partecipazione di Alto Livello (CPAL), composto da rappresentanti della direzione aziendale e dai tre segretari nazionali o loro delegati. Il nuovo comitato avrà il compito di approfondire, tra le altre cose, le dinamiche di settore e l’andamento dell’azienda, anche in termini occupazionali e produttivi.

In un’ottica di crescente coinvolgimento anche dei singoli dipendenti Luxottica nella vita di EssilorLuxottica, verrà inoltre promosso nei prossimi mesi un piano di azionariato diffuso per offrire a tutti loro la possibilità di acquistare a condizioni agevolate azioni della nuova società.

Luxottica punta alla digitalizzazione delle fabbriche a misura di lavoratore

Luxottica punta anche sulle nuove tecnologie per accrescere la partecipazione dei dipendenti nella gestione della loro quotidianità in stabilimento e per rafforzare l’equilibrio tra vita privata e lavoro. Il gruppo introdurrà entro luglio 2019 in tutti gli stabilimenti italiani una piattaforma online a disposizione dei lavoratori per consultare la busta paga e gestire in autonomia i dati personali e le presenze, in tutta sicurezza e nel pieno rispetto della privacy grazie all’utilizzo di codici riservati.

L’iniziativa, pioneristica nel digitalizzare la gestione delle risorse umane nel mondo delle fabbriche, conferma la fiducia dell’azienda nei confronti dei dipendenti, spronati ad essere protagonisti sia del loro percorso professionale sia di un cambiamento culturale nella comunità aziendale, dove i millennial convivono con generazioni meno avvezze alle nuove tecnologie. Il nuovo strumento – accessibile anche all’interno degli stabilimenti attraverso speciali postazioni che permettono la consultazione delle informazioni e la stampa di moduli e documenti – rafforza il percorso di digitalizzazione iniziato negli ultimi anni da Luxottica con la messa in rete di diverse iniziative di welfare come il carrello della spesa, la polizza sanitaria, le borse di studio, la prenotazione dei libri di testo, il summer camp per i figli, i piani di welfare di tipo flessibile e il check-up medico gratuito.

Incentivi Luxottica: il nuovo premio di risultato

Il nuovo contratto integrativo aziendale, infine, aggiorna gli indicatori cui legare il sistema variabile di incentivazione. È ispirato da un lato alla necessità di rendere le organizzazioni industriali agili e veloci, dall’altro alla volontà di offrire ai dipendenti opportunità economiche commisurate ai risultati ottenuti. Per quanto concerne gli aspetti economici, il sistema di incentivazione è non solo legato ai tradizionali indicatori produttivi, ma terrà d’ora in poi conto degli effettivi miglioramenti dei risultati in termini di servizio ai clienti e qualità e sostenibilità ambientale delle produzioni, al fine di incentivare la riduzione di sprechi, scarti e consumi energetici.

Business 13 Maggio, 2019 @ 4:13

Del Vecchio fa pace coi francesi. Ecco chi è l’autore del miracolo Luxottica

di Anna della Rovere

Contributor

Leggi di più dell'autore
chiudi
ritratto di leonardo del vecchio
Leonardo Del Vecchio, presidente di Luxottica

Pace fatta sull’affaire EssilorLuxottica. E giusto in tempo per l’assemblea del 16 maggio. Proprio oggi, la società nata dalla fusione della francese Essilor e dell’italiana Luxottica ha comunicato di aver raggiunto un accordo sulla governance, superando così l’impasse sorto all’indomani del matrimonio tra i due colossi.

In particolare il cda ha votato all’unanimità affinché resti in vigore la governance paritaria delle due parti (avere un modello di gestione paritario era stata una delle condizioni per poter arrivare alla fusione) che rimarrà così in vigore fino all’assemblea degli azionisti della primavera 2021 con cui sarà approvato il bilancio 2020.

In base all’intesa, inoltre, Milleri, vicepresidente e amministratore delegato di Luxottica, e Vacherot, amministratore delegato di Essilor International (che entra nel board come membro del comitato strategico), avranno la responsabilità di implementare la strategia e i processi di integrazione di EssilorLuxottica entro i prossimi 12-24 mesi. Nel frattempo, prosegue la ricerca di un nuovo amministratore delegato, in quanto sia Milleri sia Vacherot hanno fatto sapere di non volersi candidare per questa posizione. Una conseguenza importante dell’accordo sarà che tutte le contestazioni e i procedimenti giudiziari in corso saranno revocati, inclusa la richiesta di arbitrato presentata da Delfin, il gruppo di Del Vecchio, al Tribunale Arbitrale Internazionale della Camera di Commercio Internazionale lo scorso 27 marzo.

La storia di Leonardo Del Vecchio

Una vittoria per il patron Leonardo Del Vecchio, che ha creato praticamente da zero il miracolo Luxottica. Il padre Leonardo, commerciante di frutta proveniente da Barletta, muore prima della sua nascita. Il giovane Leonardo viene affidato dalla madre al collegio dei Martinitt, e vi rimane fino al diploma di scuola media; all’età di 15 anni, inizia a lavorare come garzone alla Johnson, fabbrica produttrice di medaglie e coppe. Ma i proprietari della fabbrica lo convincono a iscriversi ai corsi serali dell’Accademia di Brera per studiare design e incisione. Ed è allora che tutto cambia: nel 1961 ad Agordo, piccolo paese ai piedi delle Dolomiti bellunesi nasce Luxottica, quattordici dipendenti e una sola mission: la produzione di minuteria metallica per le occhialerie. Nel corso degli anni il business della società cresce rapidamente, si allarga alla produzione di occhiali finiti e arrivano le acquisizioni di Sunglass Hut, Ray-Ban e Oakley. Dal 1988, infine, anno del lancio dell’accordo di licenza con Giorgio Armani, il portafoglio del gruppo continua a crescere inglobando marchi come Burberry, Bulgari, Chanel, Dolce&Gabbana, Prada e Ralph Lauren.  Oggi, all’età di 83 anni, l’imprenditore, alla posizione 50 dell’ultima classifica dei billionaires di Forbes, vanta un patrimonio di 19,8 miliardi di dollari.