Seguici su
Classifiche 11 marzo, 2019 @ 4:38

Chi sono i 195 nuovi miliardari nella classifica Forbes

di Forbes.it

Staff

La redazione di Forbes.Leggi di più dell'autore
Forbes Italia è l'edizione italiana del magazine più famoso al mondo su classifiche, cultura economica, leadership imprenditoriale, innovazione e lifestyle. chiudi
Daniel Ek, ceo e co-fondatore di Spotify. (Drew Angerer/Getty Images)

Kathleen Chaykowski per Forbes.com 

Nonostante la volatilità dei mercati globali, le guerre commerciali e le valute deboli, molti imprenditori intraprendenti stanno trovando nuovi modi per arricchirsi. Forbes ha rilevato 195 nuovi miliardari nell’ultimo anno, il 71% dei quali sono self-made. Tra i nuovi arrivati ci sono le persone dietro marchi come il servizio di streaming musicale Spotify, il brand di abbigliamento tecnico Canada Goose e il controverso produttore di sigarette elettroniche Juul Labs. I nuovi membri della lista hanno fatto fortuna in almeno 16 settori tra cui immobiliare, tecnologia, retail e moda.

LEGGI ANCHE: Questi 8 ragazzi sotto i 30 anni sono già miliardari. Ecco le loro storie

I nuovi arrivati provengono da 33 Paesi diversi tra cui Vietnam, Ungheria e Israele, con la Cina a primeggiare nel conteggio di quest’anno. Compreso il nuovo miliardario più ricco di tutti: Colin Huang, 39, con un patrimonio di $ 13,5 miliardi. Dopo aver studiato presso l’Università del Wisconsin, Madison, uno stage in Microsoft e iniziato la sua carriera come ingegnere software di Google, Huang è tornato in Cina nel 2006 e si è messo in proprio, fondando due siti di e-commerce e una società di gioco online prima di creare Pinduoduo, un rivenditore web. La società con sede a Shanghai si è quotata nel luglio 2018 e ora ha una capitalizzazione di mercato di circa $ 36 miliardi. Forbes ha anche scoperto 39 nuovi miliardari negli Stati Uniti, 18 in Brasile e nove a Taiwan.

Due dei più noti neofiti sono i co-fondatori di Spotify, Daniel Ek (36 anni) e Martin Lorentzon (49 anni), entrambi svedesi, che si uniscono al club con un patrimonio netto rispettivamente di $ 2,2 miliardi e $ 2,9 miliardi, dopo aver supervisionato un IPO di successo l’anno scorso. Spotify, il servizio di streaming musicale creato dai due amici circa 13 anni fa, ora ha una capitalizzazione di mercato di $ 26 miliardi e 87 milioni di abbonati paganti. Tuttavia, non ha ancora avuto un anno proficuo; il suo obiettivo è quello di incanalare i contanti in acquisizioni. A febbraio ha annunciato l’acquisizione da $ 340 milioni di due società di podcast, Gimlet Media e Anchor FM.

LEGGI ANCHE: Non solo Buffett, chi sono i 10 guru della finanza più ricchi del mondo

Numerosi nuovi arrivati importanti provengono dall’Europa orientale, compreso l’imprenditore cecoslovacco Pavel Baudis, che ha costruito la sua società antivirus Avast dopo la caduta del comunismo nel 1989; e la russa Tatyana Bakalchuk, il cui sito di e-commerce Wildberries vende 15.000 marchi di abbigliamento, cosmetici e prodotti per la casa. La seconda donna in Russia ad aver raggiunto il titolo di miliardaria, Bakalchuk, è una delle 25 nuove donne miliardarie, 10 delle quali sono self-made, tra cui il co-CEO di Oracle Safra Catz e la magnate del trucco Anastasia Soare, nota per i suoi prodotti per le sopracciglia. La più nota è senza dubbio la star della TV di Kylie Jenner. All’età di 21 anni, Jenner, che ha sfruttato gli oltre 110 milioni di follower su Instagram e altri milioni su Snapchat, Twitter e Facebook per lanciare un “kit” per labbra e rossetto a febbraio 2016, è la più giovane self-made miliardaria di sempre. Dal suo lancio, Jenner ha ampliato la linea di prodotti con l’ombretto e l’eyeliner. A novembre, ha lanciato il suo marchio nei negozi Ulta, aumentando le vendite di quasi $ 55 milioni in sei settimane.

Tra gli altri “newcomer” ricordiamo il fondatore di Appian, Matthew Calkins, il gestore di fondi hedge americano Jeffrey Talpins e l’imprenditore minerario australiano Clive Palmer.