Seguici su
Business 14 Luglio, 2020 @ 2:24

Dal tennis alla Borsa: Roger Federer prova a vincere un’altra sfida con On

di Massimiliano Carrà

Staff

Leggi di più dell'autore
chiudi
Roger Federer e On
Fonte immagine: www.on-running.com

Dal campo da tennis alla Borsa. Roger Federer non si ferma e cerca di mettere a segno un altro match point a livello imprenditoriale e questa volta nel campo dell’alta finanza, con la società svizzera di scarpe sportive di cui è azionista di minoranza: On.

Infatti, stando a quanto rivelato inizialmente da Bloomberg, l’azienda svizzera sarebbe pronta a presentare un’offerta pubblica iniziale (Ipo) e sbarcare ufficialmente in borsa nel 2021 ad un valore pari a 2 miliardi di franchi, circa 1,88 miliardi di euro.

On, con sede a Zurigo e filiali in Usa, Brasile, Giappone e Australia, Cina e Vietnam è stata fondata nel 2010 grazie all’idea di tre amici: l’atleta professionista Olivier Bernhard e gli amici David Allemann e Caspar Coppetti.

Il rapporto tra Roger Federer, On e la scarpa “The Roger”

Partendo dal rapporto in essere tra On e Roger Federer, il campione svizzero, oltre ad essere azionista della società, è anche uno dei volti ufficiali della società. Tant’è che un po’ come Michael Jordan con Nike, re Roger ha collaborato con On per lo sviluppo di una scarpa ispirata al tennis, dal nome: “The Roger” (presentata meno di 10 giorni, ossia il 6 luglio 2020).

Federer, recentemente divenuto lo sportivo più pagato al mondo,  si è unito a On solamente all’inizio di quest’anno. Come ha sottolineato la stessa azienda in una nota ufficiale, il rapporto creatosi con Federer è stato semplice ed immediato: “Quando abbiamo visto Roger indossare delle scarpe On in giro per il mondo, lo abbiamo semplicemente contattato. A quanto pare era un fan On già da tempo. La Svizzera è relativamente piccola e non è passato molto tempo prima che Roger si incontrasse a cena con il nostro senior management team”. Ciò significa che la sua “sfida”, come lui stesso l’ha definita all’inizio – si potrebbe rivelare un vero successo se l’approdo in Borsa arrivasse davvero dopo solamente un anno.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!