Un gruppo americano rileva i diritti globali del marchio Lotto. In arrivo risorse per debito ed espansione negli Stati Uniti

Matteo Berrettini ha vestito una tenuta da gioco di Lotto nella finale di Wimbledon. (Photo by Julian Finney/Getty Images)
Share

Il marchio Lotto è stato protagonista nella finale di Wimbledon come sponsor tecnico del tennista Matteo Berrettini. Nella corso della sua storia, ha vestito squadre come Milan e Juventus e campioni del calibro di Dino Zoff, Ruud Gullit e Andriy Shevchenko. Ora il marchio veneto torna a far parlare di sé dopo che un gruppo americano ne ha rilevato i diritti. Si tratta di Whp Global, società di New York specializzata nell’acquisizione di marchi sui quali poi investe per distribuirli a livello globale anche attraverso i canali digitali. Lo si apprende da un comunicato congiunto della società americana e di Lotto Sport Italia.

L’attuale management continuerà a gestire il marchio in Europa, Medio Oriente e Africa

In base ai termini dell’accordo, Whp ha acquisito i diritti per l’utilizzo globale del marchio sportivo italiano Lotto. Mentre Lotto Sport Italia e il suo attuale team dirigenziale, incluso il ceo Andrea Tomat, continueranno a gestire il marchio in Italia, Europa, Medio Oriente e Africa. “Sono entusiasta di questa partnership in quanto è un passo fondamentale per garantire la crescita di Lotto, un marchio con una grande reputazione e conosciuto in tutto il mondo”, ha commentato il presidente e ceo di Lotto, Tomat. “Anche questa partnership è un successo italiano, perché, grazie a una collaborazione innovativa con Whp, Lotto potrà competere ai massimi livelli per diventare uno dei marchi di abbigliamento sportivo più amati al mondo”.

Ossigeno per alleggerire l’esposizione debitoria

Come riporta Ansa, l’operazione è stata condotta sotto la regia di Mediobanca e non implica partecipazioni societarie del gruppo americano in Lotto. Tuttavia, consentirà alla casa italiana di ricavare liquidità calcolata all’incirca pari alla metà delle esposizioni debitorie, arrivate a sfiorare i 100 milioni di euro. Whp ha un progetto per far crescere il marchio in America, un’area del mondo che attualmente vale all’incirca il 18% delle vendite di Lotto. L’azienda italiana nel 2020 ha ottenuto un fatturato intorno ai 190 milioni di euro.

Il ceo di Whp Global, Yehuda Shmidman, si è detto “molto ottimista” sul futuro del marchio italiano e ha detto di voler collaborare con l’attuale management di Lotto per espandere il marchio negli Stati Uniti e in altri importanti mercati nel mondo. Il brand, attualmente,  veste più 40 squadre di calcio, oltre 300 calciatori e oltre 200 giocatori di tennis professionisti.