Kim Kardashian lancerà una società di private equity con un ex manager di Carlyle Group

(Photo by Dimitrios Kambouris/Getty Images for ULTA Beauty / KKW Beauty)
Share

Recitare in un film della Marvel (qui l’intervista in cui lo dichiara) o lanciare una società di private equity? Per Kim Kardashian l’uno non esclude necessariamente l’alto.

Stando a quanto riporta il Wsj, infatti, l’imprenditrice e star americana starebbe collaborando con Jay Sammons, un ex dirigente di Carlyle Group, per lanciare SKKY Partners, una nuova azienda che investirà in attività in rapida crescita in settori quali ospitalità, media e prodotti di consumo.

Kim Kardashian e Jay Sammons (Twitter @skkypartners)

Anche se il fondo non ha diffuso informazioni relative alla sua strategia di investimento, e non ha ancora iniziato a raccogliere fondi, Sammons e Kardashian hanno fatto sapere che SKYY effettuerà “sia il controllo sia gli investimenti di minoranza nelle società”.

Da un lato, una celebrità da 329 milioni di follower solo su Instagram, dall’altro un agguerrito manager che ha lasciato Carlyle quest’estate dopo 16 anni, durante i quali ha investito in diversi marchi famosi tra cui l’insegna streetwear Supreme e Beats by Dre.

Kris Jenner, madre e manager di Kardashian, si unirà a SKKY come partner. “La parte eccitante è sedersi con questi fondatori e capire qual è il loro sogno”, ha detto Kardashian nell’intervista al Wsj .

Nel 2020 la più redditizia delle sorelle Kardashian ha lanciato Skims, brand di abbigliamento che ha raggiunto un valore di circa 3,2 miliardi di dollari dopo un round di 240 milioni raccolti all’inizio del 2022. Lo scorso anno, Forbes aveva invece riportato come l’imprenditrice fosse diventata ufficialmente miliardaria grazie a Skims e alla sua linea di trucco, KKW Beauty.

Kardashian ha fondato KKW Beauty nel 2017, dopo il successo della sorellastra Kylie Jenner con il brand Kylie Cosmetics. Il suo primo lancio, 300mila kit di make-up, è andato esaurito in due ore grazie a un modello di business orientato al social media marketing. Nel 2018 l’offerta si è estesa a ombretti, correttori, rossetti e fragranze, registrando un fatturato di circa 100 milioni di dollari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it QUI.