Skin
Riccardo-Illy
Business

Riccardo Illy firma il patto dello champagne: Domori sarà il distributore italiano di Rothschild

Quando due imprenditori di Paesi rinomati per le eccellenze enogastronomiche si incontrano, nascono nuove sinergie. Come quella tra Domori e Maison Barons de Rothschild, protagonisti di una joint venture che da gennaio 2023 vedrà le pregiate bollicine francesi penetrare in modo più capillare e strutturato sul mercato italiano.

La nuova joint venture

Domori, marchio di cioccolato del Polo del Gusto, sarà infatti il nuovo distributore per l’Italia del brand francese che riunisce i tre rami della famiglia Rothschild, ovvero Château Mouton Rothschild, Château Clarke e Château Lafite Rothschild. L’annuncio arriva a seguito della firma a Parigi dell’accordo tra Riccardo Illy, presidente del Polo del Gusto, e Philippe de Rothschild, riuniti a ottobre grazie al lavoro di Lamberto Gancia, vicepresidente di Domori.

La partnership sancisce l’inizio di una joint venture che si pone l’obiettivo di valorizzare le materie prime di prestigio di Francia e Italia. “Siamo felici di questo accordo, che segna l’inizio di una bellissima collaborazione tra due gruppi che condividono la stessa filosofia produttiva di qualità assoluta e il senso di orgogliosa appartenenza a una tradizione di famiglia”, ha dichiarato Illy. “La qualità dello champagne Rothschild non ha bisogno di presentazioni e il suo posizionamento internazionale rafforza la strategia del Polo del Gusto, che guarda a tutto il mondo per far conoscere l’eccellenza dei suoi prodotti”.

La Maison Rothschild

I Rothschild, grazie alla nuova intesa, si pongono l’obiettivo di scolpire la propria presenza in Italia, trasmettendo una visione e uno spirito d’impresa che, dal 1744, punta sull’eccellenza. Oggi guidata dalla settima generazione, la maison continua a innovarsi senza dimenticare la propria tradizione secolare, ben radicata nel cuore dell’area dei Grands Blancs, dove nascono le uve di Chardonnay più pregiate.

È questo vitigno, infatti, a caratterizzare i blend della Maison Barons de Rothschild, donando freschezza e leggerezza a ogni champagne, che riposa in cantina per un minimo di quattro anni. “Sono entusiasta di collaborare con una famiglia di imprenditori così importante nel mondo. Per me è un motivo di grande soddisfazione”, ha concluso Illy.

Il lancio ufficiale della collaborazione avverrà a gennaio quando i Rothschild saranno a Torino, città strategica sia per il mondo francese sia per Domori, in occasione di un evento speciale per suggellare l’accordo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Per altri contenuti iscriviti alla newsletter di Forbes.it CLICCANDO QUI .

Forbes.it è anche su WhatsApp: puoi iscriverti al canale CLICCANDO QUI .