Seguici su
Lifestyle 10 Febbraio, 2020 @ 10:44

Oscar 2020, a volte i soldi non bastano: Parasite trionfa ed entra nella storia

di Massimiliano Carrà

Staff

Leggi di più dell'autore
chiudi
Oscar 2020
(Matt Petit – Getty Images)

“Parasite” entra nella storia degli Oscar. Il film sudcoreano è infatti il protagonista indiscusso della 92ª edizione andata in scena ieri sera al Dolby Theatre di Los Angeles. Diretto da Bong Joon Ho, Parasite ha conquistato la statuetta più ambita: quella di miglior film, scrivendo una nuova pagina: è il primo film straniero (non in lingua inglese) ad aggiudicarsi questo premio in 92 anni.

Oltre a questo riconoscimento, il trionfo di Parasite agli Oscar 2020 è stato rafforzato da altre tre statuette. Il film di Bong Joon Ho ha infatti ottenuto il riconoscimento di miglior regia, miglior sceneggiatura originale e miglior film straniero. In sintesi, un successo a 360 gradi.

Delusione invece per “1917”, dato tra i favoriti prima dell’edizione (e che si è accontentato di due statuette) e per “The Irishman”, il film diretto da Martin Scorsese e prodotto da Netflix. Proprio The Irishman, nonostante la presenza di attori del calibro di Joe Pesci, Robert De Niro e Al Pacino e nonostante sia stato – secondo Forbes.comil film più costoso (il budget si è attestato a circa 160 milioni di dollari) tra quelli in gara agli Oscar 2020, non è riuscito a trasformare nessuna delle dieci nomination in una statuetta.

Oscar 2020, Phoenix vince e non fa rimpiangere lo stipendio in anticipo

E se Parasite ha trionfato tra i film, tra gli attori è Joaquin Phoenix a festeggiare agli Oscar 2020. Come da previsioni, è lui infatti ad aver ottenuto il riconoscimento di miglior attore protagonista per la sua interpretazione in “Joker”. Il film diretto da Todd Philips, oltre alla statuetta ottenuta grazie a Joaquin Phoenix, è riuscito a trasformare in oro un’altra delle 11 nomination conquistate, ossia quella di miglior colonna sonora. Riguardo Joker, tra l’altro, Forbes.com ha svelato una curiosità molto particolare: Phoenix per interpretare il rivale di Batman ha incassato il suo stipendio da 4,5 milioni di dollari in anticipo.

Tra gli attori uomini festeggia anche Brad Pitt. Il 56enne ha infatti ottenuto agli Oscar 2020 il riconoscimento di miglior attore non protagonista per la sua interpretazione in “C’era una volta a… Hollywood”, il film diretto da Quentin Tarantino che ha conquistato anche la statuetta d’oro per miglior scenografia. 

Nessun Oscar per le attrici più pagate del 2019

Come nel caso di Parasite, anche tra le attrici donne a volte i soldi non bastano. Anche se come riporta Forbes.com, Scarlett Johansson, Margot Robbie e Charlize Theron sono tra le 10 attrici più pagate del 2019 (Scarlett è addirittura in testa con 56 milioni di dollari di guadagni),  nessuna delle tre è riuscita a trasformare la propria nomination in una statuetta d’oro.

Agli Oscar 2020, infatti, il riconoscimento di miglior attrice protagonista è andato a Renée Zellweger per aver interpretato Judy Garland in Judy (film diretto da Rupert Goold), mentre quello di miglior attrice non protagonista è stato conquistato da Laura Dern per la sua interpretazione nel film “Storia di un matrimonio”, diretto da Noah Baumbach
e distribuito da Netflix.

Leggi anche: Dwayne Johnson è l’attore più pagato nel 2019. Ecco la classifica

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!