Seguici su
Smart Mobility 6 Novembre, 2020 @ 3:52

Bentley punta alla mobilità di lusso sostenibile: entro il 2030 solo auto elettriche

di Massimiliano Carrà

Staff

Scrivo di finanza, sport e attualitàLeggi di più dell'autore
chiudi
Bentley, mobilità sostenibile di lusso
(Courtesy Bentley)

Bentley Motors ha un nuovo obiettivo: diventare il nuovo leader globale nella mobilità di lusso sostenibile. E per farlo, come dichiara in una nota ufficiale la stessa casa automobilistica, “reinventerà ogni aspetto della sua attività per diventare un’organizzazione end-to-end a emissioni zero, mentre si imbarca nel suo secondo secolo”. Una decisione senza dubbio ambiziosa e coraggiosa che permetterà alla nota azienda britannica di “evolversi dal più grande produttore mondiale di motori a benzina a 12 cilindri a non avere motori a combustione interna entro un decennio”. E non solo.

Seguendo le linee guida del nuovo piano strategico di Bentley, soprannominato Beyond100, il cambiamento radicale del core business aziendale sarà guidato “da un programma di trasformazione in tutte le operazioni e prodotti Bentley”. Una sfida unica che l’azienda britannica non ha paura di intraprendere e le parole di Adrian Hallmark, presidente e amministratore delegato della società, lo dimostrano: “Dal 1919 Bentley definisce il gran turismo di lusso. Essere in prima linea nel progresso fa parte del nostro dna: i ragazzi Bentley originali erano pionieri e leader. Ora, guardando oltre 100, continueremo a guidare reinventando l’azienda e diventando il punto di riferimento mondiale nel settore delle auto di lusso”.

Inoltre, come racconta la società, “il piano strategico Beyond100 è un’estensione di due decenni di lungimiranza, innovazione e risultati”. Non è quindi un caso se “Bentley ha trasformato il suo quartier generale di 80 anni nella fabbrica di auto di lusso a emissioni zero del Regno Unito e se, parallelamente, il marchio è cresciuto fino a operare in 68 mercati, creando un modello di business a lungo termine, coerente e sostenibile, capace di creare una base veramente solida per costruire il secondo secolo”.

Bentley: sostenibilità e digitalizzazione

Credibilità, autenticità e integrità saranno, quindi, i tre pilastri fondamentali di questa grande evoluzione aziendale che trasformerà “Bentley  trasformerà da un’azienda centenaria di auto di lusso in un nuovo modello di comportamento sostenibile e totalmente etico per il lusso “. Entrando nel merito del piano strategico, Bentley punta contestualmente a diventare un marchio di auto di lusso a emissioni zero end-to-end entro il 2030 e a essere un punto di riferimento per il settore delle auto ibride. La società, infatti, vuole “entro il 2023 offrire la variante ibrida in tutti i suoi modelli e nel 2025 dare vita alla sua prima auto totalmente elettrica”.

Quest’ultimo aspetto, tra l’altro, è stato anticipato da Bentley con la presentazione, in occasione del centenario della società, della concept car EXP 100 GT completamente elettrica, che presentava anche una moltitudine di materiali sostenibili, come tappeti di lana prodotti tradizionalmente e un rivestimento in tessuto simile alla pelle ottenuto da un sottoprodotto della vinificazione. Inoltre, è importante ricordare che “l’anno scorso, lo stabilimento di produzione di Bentley a Crewe è diventato il primo stabilimento automobilistico di lusso nel Regno Unito ad essere certificato carbon neutral dal Carbon Trust”.

La trasformazione green, però, non è ovviamente l’unica intrapresa in questi anni da Bentley. La società inglese, per rimanere al passo dell’attuale rivoluzione tecnologica e digitale sta “costruendo una rete di servizi connessi individuali per il cliente ottenuta attraverso la visualizzazione del prodotto, la co-creazione e un viaggio digitale. E questo, come evidenzia la casa automobilistica, fornirà un’esperienza cliente davvero a 360 gradi e curata”.

Vuoi ricevere le notizie di Forbes direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!