Il nuovo unicorno del fintech: tra i finanziatori c’è Jeff Bezos

Pilot
I fondatori di Pilot (foto Pilot)
Share

Se l’uomo più ricco del mondo ti offre 100 milioni di dollari per sviluppare la tua attività, il rischio è di sentirsi schiacciato dalla responsabilità. E può capitare di ripensare a quanto Jeff Bezos scriveva nel suo libro, Inventa & Sogna: “Con Amazon ho costruito l’azienda più cliente-centrica della storia”. Waseem Daher, ceo di Pilot, ha ricevuto dalla Bezos Expeditions, la società di investimento personale del fondatore di Amazon, finanziamenti aggiuntivi a cui partecipano anche Whale Rock Capital, Sequoia Capital e Index Ventures. La valutazione di Pilot tocca così la cifra di 1,2 miliardi di dollari.

Che cosa fa Pilot

Waseem Daher ha fondato Pilot nel 2017 dopo avere svolto uno stage in Amazon. La sua azienda è oggi il più grande fornitore di servizi back office per startup e piccole imprese negli Stati Uniti. Nel 2020 ha completato oltre 3 miliardi di dollari di transazioni contabili per i suoi clienti, che includono non solo giovani società, ma anche aziende consolidate che generano oltre 30 milioni di dollari di entrate all’anno.

Pilot trae la sua forza anche dalle partnership di co-marketing che ha stipulato con brand come American Express, Bill.com, Techstars, Svb, Ripplimg, Gusto, Carta e Brex.

Che cosa farà Pilot con i 100 milioni

Il finanziamento consentirà a Pilot di accrescere ulteriormente la gamma di servizi che liberano gli imprenditori dal tran tran della gestione quotidiana e permettono loro di concentrarsi su progetti di crescita.

La pagina aziendale di Daher mostra anche un tweet di uno dei clienti: “Il lavoro che Pilot ha svolto per noi ci ha permesso di risparmiare 86mila dollari in crediti d’imposta, che altrimenti non avremmo mai saputo richiedere”.

La scuola Amazon

“Fin dai primi giorni del mio stage in Amazon”, ricorda Daher, “sono stato ispirato dall’estrema attenzione di Jeff Bezos nel fornire ai clienti un’esperienza eccezionale. Ricordo che, se la spedizione di un libro tardava a causa di un corriere locale, inviavamo una seconda copia. Quando poi l’operatore locale consegnava la prima, il cliente si ritrovava due libri sulla scrivania e nessuno ne chiedeva uno indietro”.

Daher assicura di essersi ispirato al dna di Amazon per dare vita a Pilot: “Oltre l’80% della nostra attività è dettata dalle segnalazioni dei nostri clienti”. In sostanza, Pilot replica nel suo settore i servizi elastici, scalabili e in cloud che hanno fatto la fortuna di Amazon Web Service.

I servizi offerti da Pilot

Molto spesso le Pmi non possono permettersi i costi di un reparto finanziario completo. Pilot cfo services colma questo gap e costruisce strategie e piani finanziari capaci di accelerare la crescita, aumentare il flusso di cassa e migliorare la redditività. Permette di monitorare e controllare la spesa: un lavoro paragonabile a quello, molto più costoso, svolto dagli addetti senior al controllo dei costi nelle grandi aziende.

Pilot offre una dettagliata analisi delle variabili mensili della contabilità. E il servizio più gradito è forse quello che assicura alle piccole imprese l’accesso a eventuali crediti di imposta.